Progettazione Integrata

Nella pratica progettuale di solito architettura e impianti percorrono strade separate, che spesso si scontrano al momento della realizzazione.

La progettazione integrata rimane ancora oggi una chimera e “l’impiantista” è chiamato ad intervenire quando le scelte relative alla forma, alla disposizione e alle dimensioni dei diversi ambienti sono già state prese e si possono effettuare soltanto poche modifiche, cercando di ottenere il miglior compromesso tra esigenze di comfort e necessità di ricavare spazi per condutture, vani tecnici, cavedi quasi mai previsti dall’architetto.

Spesso l’intervento impiantistico diventa indispensabile per rimediare agli errori di una progettazione poco oculata, quali ad esempio grandi pareti vetrate ad ovest senza alcuna schermatura, murature poco isolate, e così via. Attraverso l'impiego dei diversi sistemi impiantistici è possibile correggere praticamente tutti gli errori progettuali e rendere vivibile un ambiente, ma questo naturalmente comporterà la necessità di affrontare spese maggiori per la costruzione e la gestione degli impianti e un maggior consumo energetico e di conseguanza, un maggiore impatto ambientale.

Come è facilmente comprensibile scelte impiantistiche e architettoniche si influenzano a vicenda e una corretta progettazione dovrebbe fin dai primi momenti dell’elaborazione di un progetto, far dialogare i diversi tecnici che contribuiranno alla sua realizzazione.

Solo in questo modo il risultato finale sarà una sintesi adeguata tra:

  • una concezione architettonica che soddisfi la complessità delle esigenze spaziali e funzionali;
  • un sistema strutturale ed impiantistico che soddisfi le esigenze di sicurezza, di accessibilità, di comfort (termico, luminoso, acustico e della qualità dell’aria interna);
  • un sistema tecnologico composto da chiusure opache e trasparenti aventi le proprietà fisiche adatte a garantire, nel contesto climatico dato, la durata nel tempo dell’involucro edilizio e tali da limitare il consumo di energia termica ed elettrica, destinate alla climatizzazione invernale ed estiva e all'illuminazione artificiale dello spazio costruito.

Riconoscendo che la Progettazione Integrata è, e rimane il presupposto fondamentale per ottenere livelli di comfort e standard qualitativi ottimali , l’Enquadro ha stretto partnerschip con studi di architettura, per fare in modo che tutte le fasi della progettazione e della realizzazione dell’opera siano il frutto di decisioni scaturite da un dialogo interdisciplinare; solo così si potranno realizzare ambienti confortevoli, vivibili, con bassi consumi energetici e limitato impatto ambientale.