Conto Termico

Con il D.M del 16/02/2016 si apre l’era del conto termico 2.0 che mette a disposizione per i privati e le pubbliche amministrazioni 900 milioni di euro. Questo decreto aggiorna la disciplina per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili secondo principi di semplificazione, efficacia, diversificazione e innovazione tecnologica nonché di coerenza con gli obiettivi di riqualificazione energetica degli edifici della pubblica amministrazione.
Il nuovo conto termico innalza il limite per l’erogazione in una sola rata a 5.000 € e riduce i tempi di erogazione in due mesi.
Gli interventi ammissibili per i privati sono sempre inerenti alla sostituzione di impianti esistenti con generatori alimentati a fonti rinnovabili ed in particolare:


- Pompe di calore, per climatizzazione anche combinata per acqua calda sanitaria;
- Caldaie, stufe e termocamini a biomassa;
- Sistemi ibridi a pompe di calore.


Inoltre viene incentivata l’installazione di impianti solari termici anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo.
L’Enquadro ha acquisito il suo know-how durante il conto termico 1.0 e mette a disposizione le sue competenze per valutare qualsiasi richiesta sul calcolo dell’incentivo e la gestione della pratica.

Contattaci per capire quanto puoi guadagnare dall’intervento che stai realizzando o chiedici una soluzione chiavi in mano. Il nostro Team ti consiglierà la migliore soluzione e non dimenticare che se il tuo intervento non rientra tra quelli incentivabili abbiamo tante altre alternative da valutare.